Новости

Lo sapevi che Natasha Koroleva ha una sorella? Ecco come appare e vive ora

Pochi sanno che la sorella maggiore di Natasha Koroleva, Irina Poryvai, era una cantante ricercata.

Nelle sue esibizioni si riunivano intere stadi. Tuttavia, presto l'artista, parlando sotto lo pseudonimo di Rusya, scomparve.

Una brillante cantante lontana, Rusya (Irina PORRY) sul suo passaporto, era come due piselli in una capsula come la sorella di Natasha Korolev. C'è stato un tempo, hanno recitato e insieme - sono andati in tour con il programma "Due sorelle" in tutte le città e villaggi.

Nessuno degli spettatori sospettava che un figlio malato attendesse Ira a casa. E tutti i molti concerti erano necessari solo per pagare il suo costoso trattamento. E poi Rusya è improvvisamente scomparsa ...

E poi Rusya è improvvisamente scomparsa

Nella famiglia Rush, la sorella maggiore Ira è stata scelta per il cantante, e la stella, paradossalmente, era la più giovane Natasha.

Prima che la stella apparisse sul palco russo sotto il nome di Natasha Koroleva, la sorella maggiore Irina Poryvai era già una famosa cantante in Ucraina, esibendosi sotto lo pseudonimo di Rusya. Il nome d'arte (abbreviazione di Irusya) è stato inventato dal marito Konstantin Osaulenko, che è stato il suo produttore e autore di tutti i successi.

La felicità di Irina e Konstantin sembrava senza nuvole. Si sono sposati, il loro lavoro congiunto ha cominciato a dare i loro frutti - la popolarità è cresciuta. Due anni dopo essersi conosciuti, il figlio di Volodya è nato. Sfortunatamente, il ragazzo ha avuto una terribile malattia congenita - paralisi cerebrale. Per il suo trattamento era necessario un denaro serio.

Rusya spremeva dalla sua popolarità tutto ciò che poteva: dava numerosi concerti al giorno. Nel 1991, Irina e Costantino furono invitati in Canada per registrare il loro primo album. Hanno approfittato dell'occasione per portare il bambino all'estero e mostrarlo a medici stranieri.

Per guadagnarsi il trattamento di suo figlio, iniziò a dare lezioni private di piano. Non ha portato molto reddito. Uno dopo l'altro i fallimenti caddero sugli sposi, la vera povertà "bussò" alla porta. E qui Ruse inaspettatamente si offrì di lavorare di professione - un direttore nella chiesa di Sant'Andrea a Toronto, appartenente alla Chiesa ortodossa ucraina.

I ministri della chiesa videro che la donna era preoccupata per qualcosa, ma non chiesero, capirono, se necessario, lo avrebbe detto. E poi è successo qualcosa di cui avevano così paura.

"I medici ci hanno detto che aveva violato tutte le sue funzioni, e quando inizierà a crescere, la natura lo ucciderà semplicemente", ha detto la sorella di Natasha Koroleva, Irina Osaulenko, al programma Tonight con Andrey Malakhov. "Ma non volevamo credere che potesse accadere il più irreparabile a nostro figlio".

Ma non volevamo credere che potesse accadere il più irreparabile a nostro figlio

Undici anni, la famiglia ha combattuto per la vita di Volodya. "Siamo stati in tournée in Canada, e Ira e Kostya sono venuti al nostro concerto", ricorda Natasha Koroleva. - E mi chiamano da Kiev e dicono: "Natasha, Vova non c'è più". Non solo devo andare sul palco dopo quello, devo dire a mia madre che suo figlio è morto ... Poi sono uscito e ho cantato una canzone su una rondine. Quindi Vova sulla lapide e dice "Rondine, deglutisci, dì ciao ..."

Dopo la morte di Vova, Irina non ha potuto riprendersi a lungo, i suoi parenti avevano paura di potersi suicidare. E poi la madre di Irina, Lyudmila Poryvai, persuase sua figlia ad avere un secondo figlio. Matvey è nato un bambino completamente sano, ma a quattro anni i medici gli hanno diagnosticato l'autismo. Ora il ragazzo ha già dodici anni.

Più tardi, nel 2014, Natasha Koroleva ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un "video report" sulla sessione fotografica della sorella:

"Natulya Rodnulya! Per questa sessione fotografica mi hai riportato alla mia giovinezza, alle mie canzoni preferite, alla mia vita creativa, dove ero così felice! Grazie! La tua Rusya, "ha commentato con gratitudine Irina Osaulenko, esibendosi sul palco con lo pseudonimo di Rusya, un regalo di sua sorella.

"I genitori di questi bambini possono solo simpatizzare, lo so da solo", dice la sorella di Natasha Koroleva Irina Osaulenko. - Fisicamente, questo è un normale ragazzo bello, ma per tutta la vita è completamente inadatto, ha una percezione completamente diversa. È terribile, ovviamente. "

Nonostante i test così difficili che sono caduti nel suo destino, Irina ha rischiato di diventare di nuovo madre. Dieci anni fa, lei e suo marito avevano una figlia, Sonya. È una ragazza assolutamente sana. "Che bello è successo così! - dice Irina. - Motia ha Sonya, e lei lo ama terribilmente. E capisco che se mi succede qualcosa, il figlio non sarà lasciato solo in questo mondo, ha una sorella. "

"Ogni giorno è un nuovo problema. Ma probabilmente questi bambini vengono dati per cambiarci. Passando attraverso le difficoltà, cambiamo in meglio ", ha spiegato il marito di Irina.

La zia Star Natasha Koroleva aiuta il ragazzo a combattere. Paga costose cure e spera che la vita di Irina possa finalmente migliorare.

Fonte di

 

 

Клиентские игры

Реклама


Браузерные игры

 
 
Карта